+39 010 872010 Lun - Ven 09:30-13:00 / 15:00-19:00; Sab 9:30-12.30 Piazzale Parenzo 1, Genova
Rispetto per l'ambiente
Per vivere meglio
Qualità dei materiali
per un prodotto che dura nel tempo
Incentivi fiscali
per un risparmio garantito

Tapparelle in alluminio, perchè sono le più vendute

Le tendenze degli ultimi anni in ambito infissi, si orientano verso la scelta di tapparelle in alluminio.

Le ragioni risiedono di sicuro nei vantaggi del materiale utilizzato, l’alluminio, che risulta essere resistente, non facilmente deformabile e gradevole esteticamente.

Come sono fatte le tapparelle?

Prima di procedere con l’analisi dei pro e contro delle tapparelle in alluminio, è giusto capire cosa è una tapparella, qual è la sua funzione e come è composta.

Una “tapparella” è un elemento oscurante e protettivo che viene montato su di un’apertura (finestra). Le tapparelle avvolgibili, assieme alle persiane, costituiscono l’infisso più utilizzato in Italia.
Le tapparelle sono composte da un certo numero di listoni-stecche orizzontali incerniate tra di esse, che formano uno “schermo”. Le tapparelle sono avvolte intorno un albero di avvolgimento che ne permette la chiusura e l’apertura, ossia l’avvolgimento e lo sdrotolamento.

La tapparella, l’albero di avvolgimento e le altre componenti meccaniche che ne consentono il movimento sono contenute in un cassonetto posto di solito all’interno o all’esterno della stanza.
La modalità di manovra può essere manuale o automatica. Nel caso di tapparelle manuali, avremo una cinghia o una manovella che permetterà loro di poter essere avvolte o sdrotolate, nel caso di tapparelle automatiche, queste saranno manovrate da un pulsante o un telecomando.

E’ facile intuire che la funzione di una tapparella sia quella di proteggere gli ambienti dalla temperatura, dagli agenti atmosferici e anche dalla luce solare.

tapparelle in alluminio

Tipi di tapparelle: pvc e alluminio

E’ possibile trovare in commercio due tipologie di tapparelle: quelle in pvc e quelle in alluminio.

Le tapparelle in pvc hanno i vantaggi di essere leggere ed economiche; tra i contro c’è che la loro leggerezza le rende molto rumorose se batte vento e che, se verniciate, tendono a scolorire molto facilmente.
Rispetto le tapparelle in alluminio, invece, possiamo evidenziarne due tipologie: le tapparelle in alluminio coibentate e le tapparelle di alluminio estruso.

Le tapparelle in alluminio coibentate sono composte da un nastro di alluminio, di circa 0,30 mm, pre-verniciato nel cui interno viene iniettato del poliuterano espanso che funge da isolante termico.

Le tapparelle coibentate con poliuterano sono prodotte in due versioni diverse: PU regolare e PU ad alta densità, che risulta essere più resistente alle intemperie (es. Grandine) e alle ammaccature.

Le tapparelle in alluminio estruso, invece, non sono isolanti e risultano avere uno spessore e un peso rilevante, circa 10kg per mq. Per questo motivo spesso necessitano dell’istallazione di modalità di apertura/chiusura automatica. Tuttavia le tapparelle in alluminio estruso hanno il beneficio di resistere a tentativi di furti o scasso.

Finestre in alluminio: le caratteristiche dei nuovi infissi


Le qualità che abbiamo poc’anzi elencatosono ben espresse dall’alluminio. L’alluminio è un metallo robusto, resistente al clima e molto leggero. Non richiede particolari accorgimenti per la sua pulizia ed è totalmente riciclabile ed ecologico.

Essendo un materiale molto malleabile, è ottimo nella realizzazione di infissi “design” e ben si presta a qualsiasi esigenza estetica dato che può essere lucidato, verniciato e piegato a piacimento.
L’alluminio è tuttavia un metallo e dunque ha la proprietà si essere un conduttore termico ed acustico. Nel caso del calore dunque potenzialmente le finestre in alluminio potrebbero disperdere calore d’inverno e vanificare il rinfrescamento d’estate.

Al fine di garantire una buona prestazione di isolamento, gli infissi in alluminio vengono realizzati con il cosiddetto “taglio termico”, una tecnica che prevede l’inserimento nella parte cava dell’infisso di materiali a bassa conducibilità termica come la plastica e il pvc.

La combinazione di questi due materiali dunque, “taglia” letteralmente la conduzione termica, calda o fredda che sia, permettendo un buon isolamento termico ed acustico. Il tutto si ripercuote in un’ottimizzazione dei consumi energetici con risparmio di denaro.