+39 010 872010 Lun - Ven 09:30-13:00 / 15:00-19:00; Sab 9:30-12.30 Piazzale Parenzo 1, Genova
Rispetto per l'ambiente
Per vivere meglio
Qualità dei materiali
per un prodotto che dura nel tempo
Incentivi fiscali
per un risparmio garantito

La tenda da sole nell’era del risparmio energetico

Nella nostra epoca di risparmio dei consumi energetici, le principali funzioni che fanno apprezzare l’uso della tenda da sole per esterni hanno declassato sia gli aspetti estetici, sia di privacy, focalizzando l’attenzione sull’efficienza della tenda in termini di: 

  • schermatura della luce solare rispetto agli ambienti interni, con conseguente risparmio energetico nelle spese di raffrescamento,
  • schermatura della luce solare rispetto agli ambienti esterni, con conseguente recupero di metri quadri abitabili e fruibilità anche durante la stagione calda.

Gli ambienti di installazione non si limitano a balconi e terrazze, ma possono anche riguardare giardini, lastrici solari, o le stesse facciate con finestre e superfici vetrate, con la comune caratteristica di essere fortemente esposte al sole.

Le tende da sole esterne sono composte da due principali componenti oltre alla tenda stessa, composta da tessuti o teli:

  • il telaio, ovvero la struttura portante che sorregge i teli,
  • le coperture di protezione (una volta arrotolato il telo) aperte, in lamiera, o chiuse, con il cassonetto di protezione.

I vantaggi delle tende da sole

A differenza degli ombrelloni, le tende da sole vengono realizzate su misura. Possono quindi essere applicate in qualsiasi tipologia di spazio abitativo, applicandone dimensioni particolari nella tela come nella struttura.

Possono essere composte nei materiali che più soddisfano le esigenze in base al proprio contesto abitativo.

Oltre al semplice cotone infatti, o altri tessuti naturali, (scelta con parametri di efficienza energetica limitata) si possono scegliere molti altri tipi di fibre in varia percentuale di acrilico, o in pvc, che subiscono di prassi trattamenti protettivi con resine e Teflon, e con tinture anti scolorimento.

 

Caratteristiche dei materiali per la tela da sole

Se riprendiamo come finalità le esigenze di protezione e risparmio energetico, la scelta del materiale va di pari passo a quella delle caratteristiche della tela, che sono:

  • la composizione,

  • lo spessore delle fibre,

  • il colore.

Tali caratteristiche determineranno fortemente la capacità di assorbimento o addirittura il respingimento dei raggi Uv, e allo stesso tempo l’assorbimento o il respingimento di calore, che rispondono nel modo migliore al risparmio energetico e all’esigenza di abitabilità degli spazi esterni.

Vorremo allo stesso modo assicurarci che il materiale sia in grado di resistere alla prova del tempo, tra agenti atmosferici (pioggia, grandine, neve), resistenza agli strappi, ecc…

Per questo dovremo dare un occhio anche alla composizione della struttura portante: il telaio della tenda da sole.

La composizione della struttura portante delle tende da sole

La struttura è solitamente composta dal tubolare del telaio, che supporta il peso del telo, le guide e le cerniere di scorrimento del telo, per l’apertura e la chiusura, eventuali bracci estensibili, e gli agganci con supporto, per fissare la struttura.

Le precipitazioni sono il fattore che determina, allo stesso modo del sole, la scelta dei materiali di costituzione del telaio: trattati con vernici anticorrosione, composti di materiali inossidabili quali il pvc o l’alluminio, oppure in legno trattato.

Componente a scelta, sempre da considerare in caso di climi con forti precipitazioni annuali, è il cassonetto di alloggio della tenda da sole. Una volta arrotolata, quando il sole diventa una necessità più che un agente da cui proteggersi, il cassonetto permetterà, a differenza della semplice copertura di protezione esterna, una maggiore longevità del telo, e una minore spesa di manutenzione contro muffe o sbiadimenti.